Mostra “Intrecci. Passato e presente della cesteria nelle terre di mezzo”

30 Mar '19
14 marzo 2019 Organizzato da: Comuniterrae
30-31 marzo 2019 a Villa Giulia, in occasione della 53° Mostra della camelia primaverile e del 3° Simposio delle cestaie e dei cestai italiani
La 53a Mostra della Camelia Primaverile, prevista a Verbania Pallanza per il 30 e 31 marzo prossimi (ore 10.30-18.30), sarà l’occasione per celebrare un’arte artigiana di tradizione antica, specchio di un territorio in trasformazione: la cesteria. Villa Giulia diventerà per due giorni un laboratorio a cielo aperto per più di 30 cestai provenienti da 8 regioni italiane, i quali daranno dimostrazione delle tecniche manuali di produzione dei cesti, esporranno le loro creazioni, unendole alle diverse varietà di camelie in mostra, e scambieranno tra di loro e con i visitatori saperi e storie legate a tale attività.

I visitatori potranno godere, all’interno della Villa, della Mostra “Intrecci. Passato e presente della cesteria nelle terre di mezzo”, nella quale la cesteria è il fil rouge che accompagna una ricerca sulla vita nel passato e nel presente nelle terre di mezzo, ovvero nei tanti paesi di mezza quota, della Valle Intrasca e dell’Ossola. La Mostra è realizzata all’interno del progetto culturale Comuniterrae, promosso dal Parco Nazionale Val Grande e da Ars.Uni.Vco, con il contributo di Fondazione Comunitaria del VCO, in collaborazione con l’Associazione La Lencistra di Esio e di altri cestai.

Da anni i giovani soci de La Lencistra e di altre associazioni locali si ritrovano per scambiare conoscenze e tecniche di produzione dei cesti, tramandate oralmente e apprese dalle generazioni precedenti, ridando vita ad una tradizione storica profondamente radicata nel territorio. Dodici loro creazioni saranno esposte e accompagnate da immagini storiche e testimonianze orali, raccolte tra le comunità di Comuniterrae, in un viaggio nel tempo che ripercorrerà alcune scene di vita, ormai appartenenti solo al passato, nei paesi montani del Verbano Cusio Ossola. Le terre di mezzo, però, sono ancora vitali, in trasformazione, in cerca di una possibilità di sviluppo che nasca proprio dalla cultura locale: a dare voce a questo “slancio” saranno le fotografie di Susy Mezzanotte, che ritraggono i cesti esposti in situazioni gioiose e insolite all’interno di luoghi significativi delle Terre di Mezzo.

Durante l’evento sono previsti laboratori per bambini di produzione di piccoli oggetti decorativi intrecciati (sabato 30 e domenica 31 dalle 14.00 alle 16.00), e la conferenza “I mille volti della cesteria. L’arte dell’intreccio come chiave di lettura di un territorio” che ripercorrerà i temi trattati nella mostra esposta (sabato 30 ore 17.00). I visitatori potranno inoltre acquistare i cesti artigianali esposti dai cestai che parteciperanno.