Miazzina

/ Terre di mezzo

Il paese di Miazzina è nel cuore dei suoi abitanti, tra le altre cose, per il meraviglioso panorama che offre dalla sua posizione, tanto da essere chiamato “il balcone sul Lago Maggiore”. Il paese fu un importante luogo di villeggiatura per la sua aria salubre e per l’acqua fresca e dalle proprietà curative, che sgorga dalle fontane storiche come quella detta “Ruséll”. Tale rinomanza è testimoniata dalle tante strutture ricettive storiche e dalle ville borghesi che costellano l’abitato. I due nuclei in cui il paese è suddiviso, un tempo indipendenti, log dent e log là, si incontrano nel punto dove sorge la chiesa parrocchiale di S. Lucia, nei pressi della quale sorge un busto ritraente Achille Tominetti, pittore ottocentesco che qui visse, dipingendo scorci del villaggio e attimi di vita rurale degli abitanti del passato. L’abito tradizionale femminile di Miazzina è uno dei più apprezzati, per i suoi colori vivaci ed il bellissimo cappello in paglia di Firenze.

Achille Tominetti Chiesa di S.Lucia e campanile Albergo Milano (ex Miazzina) Baita Fumo Piazza Secchi Oratorio Nome di Maria Fontana Russell Oratorio di Maria Santissima Assunta Lavatoio in Via Risorgimento Lavatoio Valeggia Piazza Fantoli Vivaio e Alpe Pala Memoriale degli Alpini Cappella Fina Alpe Cavallotti Costume tradizionale femminile