Cossogno

/ Terre di mezzo

Il territorio di Cossogno è confinato verso valle dal corso del torrente S. Bernardino e si estende verso nord fino al cuore del Parco Val Grande. Al suo interno, i nuclei abitati sono il capoluogo e le due frazioni di Ungiasca e Cicogna. Quest’ultima, “piccola capitale del Parco”, fu un paese popoloso fino agli anni ’70 del ‘900, mentre oggi è sede di più di una struttura ricettiva. Le acque che dalla Val Grande scendono a valle, incanalate da importanti opere idrauliche, diedero l’energia per lo svolgimento di attività tradizionali, come la molitura nel mulino e nel frantoio di Cossogno, e per la produzione elettrica nelle centrali ottocentesche della Lanca e di Ramolino. Il capoluogo e la frazione di Ungiasca, collegate da una mulattiera che tocca numerose cappelle votive oltre all’oratorio di Inoca, conservano architetture tradizionali in pietra locale.

Ponte romano Ponte Casletto Centrale Lanca Le Ruenche Oratorio della Madonna di Loreto Portich di Vacc Chiesa di S.Brizio Campanile Antica Osteria Via Crucis Santuario di Inoca Canapa Frantoio e mulino Acquamondo Cappella delle croci Cappella del Gasc Chiesa di S. Pietro Gioco delle pecore e del lupo Rugno Lavatoio di Cicogna Chiesa della Madonna del Caravaggio Abbeveratoio Gabinetto rotondo Cappella della Madonna di Re Castagne Alpe Prà Pogallo Costume tradizionale femminile