Alberghi di Miazzina


Per lungo tempo Miazzina fu una apprezzata località di villeggiatura, frequentata da molti villeggianti, sia proprietari di seconde case, che turisti provenienti in gran parte dal capoluogo lombardo. Tutti attratti dall’aria salubre e dall’acqua di Miazzina che sembrava avere proprietà terapeutiche. I turisti venivano ospitati nei due Alberghi “storici” di Miazzina, l’Albergo Miazzina e l’Albergo Milano; il primo situato poco oltre il vecchio ingresso del paese, all’altezza della Cappella della Madonna di Pompei, il secondo situato direttamente in piazza Secchi, l’antica piazza del Buonconsiglio.

L’albergo Miazzina era destinato ad una clientela più signorile: “Famose per il brio e spensierate / Le soirée al Kursaal di Miazzina! / Nomi famosi, donne ingioiellate, signori distintissimi in marsina / vedi danzare al ritmo sincopato / di… un gracidar di rane da fossato” scriveva nel Ferragosto del 1952 un “incurabile di miazzinite acuta”. L’albergo era fornito di una pista per il gioco delle bocce, che vedeva, accanto a partite individuali, vere e proprie gare a premi, cui partecipavano i villeggianti insieme a molti del paese. Restano famose alcune figure legate alla gestione dell’Albergo: la zia Pina, la Giovanna…

Con lo spegnersi dei rappresentati delle generazioni che da anni frequentavano l’albergo, il Miazzina risentì della crisi che si stava diffondendo in paese, fino alla sua chiusura avvenuta nella metà degli anni ’70. Lo stabile venne poi rilevato e trasformato in una Residenza Assistita per Anziani, attività che continua tuttora.

L’albergo ristorante Milano si trova direttamente sulla piazza principale di Miazzina, piazza Secchi. Aveva clienti meno signorili rispetto al Miazzina ed era frequentato anche da numerosi abitanti del paese, che si riunivano nel cortile o nella sala interna per giocare a carte e bere caffè o qualche buon bicchiere di vino. Dopo il 1954 venne fornito di apparecchio televisivo, posto nella sala da pranzo, cui si poteva accedere al termine della cena servita ai clienti. Lo spiazzo antistante l’albergo veniva sfruttato come sala da ballo: soprattutto negli anni in cui impazzava il jukebox, le serate estive vedevano affollarsi i giovani villeggianti – e non solo – scatenati ai ritmi americani o allacciati nei lenti nostrani.

Restano famose alcune figure legate alla gestione e alla conduzione dell’albergo: il signor Dino, Romolino, la Battistina.
Come l’albergo Miazzina, anche il Milano decadde quando vennero a mancare i conduttori storici. Essi vennero sostituiti prima da Vera e Giancarlo, che mantennero l’indicazione Milano, poi da Milena che ne cambiò il nome in “Villa Luigia”. Ora la nuova proprietà, che ha provveduto alla ristrutturazione dello stabile, ne ha riportato il nome ad “Hotel Milano”.

Altri punti d'interesse a Miazzina

Cappella Fina

Costume tradizionale femminile

Fontana Ruséll