Baita Fumo


La baita, situata nella parte di Miazzina chiamata luogo là, di proprietà privata, ha mantenuto l’aspetto originario: in pietra, su due piani con ballatoio, con un piccolo cortiletto preceduto da un portale in marmo. La parte più caratteristica è il locale al piano terra, una piccola stanza che fungeva da zona giorno in cui le pareti sono completamente rivestite da uno spesso e lucido strato nero di fuliggine, dovuta al focolare presente nel locale, al di sotto di una finestra affacciata sulla strada ma una volta al centro della stanza. La piccola stanza conserva gli oggetti antichi più disparati: dagli attrezzi agricoli a quelli utilizzati in cucina, per filare, per lavori vari, a curiose collezioni di chiavi, lanterne, campanacci, brocche, piatti, forme per il burro, pentole, corni, cesti, orologi, una radio d’epoca, un attrezzo usato per far rumore durante le feste, e chi più ne ha più ne metta, tutto appeso alle nere pareti. Chicca d’ingegno, il tavolo a scomparsa inserito in un piccolo armadio a muro. La baita è stata abitata fino al 1975, solo d’inverno.

Altri punti d'interesse a Miazzina

Albergo Milano (ex Miazzina)

Piazza Fantoli

Costume tradizionale femminile