Chiesa della Natività di Maria Vergine


Le prime fonti che la citano risalgono al 1294, quando la chiesa era un’aula unica rettangolare corrispondente all’attuale navata centrale: ancora oggi sono visibili le decorazioni medioevali: archetti incisi a palmette o alberello, cornici, capitelli scolpiti nella pietra locale, mentre all’interno si notano le sinopie di alcune figure e tracce di decorazioni pittoriche. Le navate laterali furono aggiunte nel 1554, ricavando degli archi a tutto sesto negli originari muri perimetrali e nascondendo parte degli archetti decorati esterni nel nuovo sottotetto. Nel secolo XVII fu ricostruita l’abside e furono aggiunte le cappelle di S. Carlo e del battistero. Attorno al 1790, ancora, il soffitto in legno della navata centrale fu sostituito da volte in muratura, si alzarono i muri perimetrali e la facciata fu trasformata, per fortuna non nascondendo del tutto l’aspetto di una delle testimonianze più belle dell’architettura romanica ossolana.

Altri punti d'interesse a Trontano

Oratorio di S. Leonardo

Ferrovia Vigezzina-Centovalli

Costume tradizionale femminile