Costume tradizionale femminile


Il nostro abito rispecchia l’antica tradizione ossolana: il colore nero simboleggia la povertà e umiltà delle nostre genti, mentre sul corpetto sono rappresentate le genzianelle, ricamate dalle donne del gruppo, che, anche per il proprio nome ha scelto quello dialettale di questi fiori di montagna, l stciupatell.- Da “Tanti superbi modi di ornarsi. Costumi tradizionali dei comuni del Parco Val Grande”, 2012 -

Il costume di Beura-Cardezza ha il ràss, vestito con gonna lunga, nero, in tessuto di lana, con un corpetto a bretella larga con sopra ricamate le genziane. La camìsa è in canapa o cotone grezzo, con un colletto bordato con pizzo. Il grembiule, più corto della gonna, è blu con fantasia damascata.
Our dress reflects the ancient tradition of Ossola: the black colour symbolizes the poverty and humility of our inhabitants, while on the corsage there are the gentianellas, embroidered by the women of the group, who chose the dialectal name of these mountain flowers, the stciupatell.- From “Tanti superbi modi di ornarsi. Costumi tradizionali dei comuni del Parco Val Grande”, 2012 -

The Beura-Cardezza dress is the ràss, a dress with a long, black, wool skirt, having a corsage with wide shoulder straps embroidered with gentians. The camìsa (blouse) is made of hemp or cotton, with a lace collar. The apron, shorter than the skirt, is blue with a damask pattern.

Altri punti d'interesse a Beura-Cardezza

Chiesa di S. Giorgio

Casa Ferrari

Bissoggio