Memoriale degli Alpini


Nel 1965 fu posata la prima pietra, quando il ricordo della II Guerra Mondiale era ancora vivo nella memoria di chi l’aveva combattuta avendo la fortuna di tornare a casa. Nel 1967 le Penne Nere della sezione Intra e del Verbano, con la costruzione del monumento in località Colletta, alle spalle di un balcone panoramico sui laghi, vollero lasciare un segno, un ricordo. Da allora, incessantemente, ogni anno salgono sulle alture del Verbano per una cerimonia sempre molto sentita e partecipata. Sul monumento vi sono i nomi dei 349 caduti della guerra ‘15-‘18, ai 47 del ’35-’36 e della guerra d’Africa, ai 295 della II guerra mondiale. Una poesia dice Alpino che passi / per la strada dei ricordi, / uomo che onori / il culto di mille e mille croci / puntate al cielo / nel silenzio dell’eternità; / tu o viandante / che dalla polvere dei secoli / raccogli nel cavo della mano / le ansie, il patire, il morire / dei tuoi fratelli, / non dimenticare. / Sulle sventure della Patria / piangono le madri, / altri passano, / altri hanno un gesto di pietà / che nasconde impuri pensieri. / Non dimenticare. / Sono morti per tutti noi / senza chiedere perché dovevano morire / ed in quel patire, / in quel tormento / essi, con l’ultimo fiato, / chiesero forse il mio, / il tuo ricordo.

Altri punti d'interesse a Miazzina

Piazza Secchi

Achille Tominetti

Albergo Milano (ex Miazzina)