Pian Cavallone


Il Pian Cavallone, terrazzo panoramico sui laghi, sulle valli e sul Parco, è una della mete più conosciute dagli escursionisti. Sul pianoro si trovano tre edifici di interesse: una cappella, il rifugio del CAI Verbano e ciò che rimane del “Grande Albergo”, all’avanguardia per la fine Ottocento, che era stato costruito dai borghesi e per i borghesi, con comfort che il rifugio non offriva. Un tempo le comitive salivano a piedi da Intra e ci voleva una giornata o più di cammino pe raggiungerlo. Ciò richiedeva necessariamente una sosta per gli escursionisti arrivati alla meta, che viaggiavano sempre in gruppi numerosi (fino a 100 persone) e non indossavano l’abbigliamento tecnico di oggi bensì giacca e cravatta (gli uomini) e i costumi tradizionali (le donne).  Nel giugno del ’44 l’albergo venne bombardato: i partigiani si «appoggiavano» ai paesi, così i tedeschi usarono la tattica del terrore intimorendo i residenti che li avessero ospitati. Tutto ciò che potesse costituire un rifugio, quindi anche il grande albergo, fu distrutto. Nel 1950 in occasione dell’Anno Santo i «giovani esploratori» dell’Associazione scoutistica cattolica italiana posarono una croce in ricordo dell’avvenimento.

Altri punti d'interesse a Intragna

Alpe Sunfai

Sede Società Operaia di Mutuo Soccorso

Ex Albergo