Vivaio e Alpe Pala


Nei pressi dell’Alpe Pala, sui pendii che oggi sono ricoperti dal bosco, fino agli anni ’60 circa vi era un vivaio il quale modellava con i suoi terrazzamenti l’aspetto di quei pendii. Il vivaio fu per decenni un’importante risorsa per gli abitanti di Miazzina e non solo, dando lavoro a decine di uomini e donne. Ricordo che d’inverno le donne raccoglievano i rami di ginestre per coprire le piantine di pino per proteggerle e non farle gelare. Mia mamma lavorava nel vivaio, ci lavoravano circa 30 donne. Un anno mia mamma non stava bene e allora il capo mi disse “piuttosto che far perdere l’anno a tua mamma vieni tu al posto” e allora sono andata e come mi piaceva! Intanto ero all’aria aperta. In primavera c’era la semina, poi il trapianto in ginocchio, usavamo un pezzo di legno con tutti i buchi e con un piolo in ogni buco si metteva la piantina. Poi quando erano alte si toglievano e si facevano le spedizioni in ogni dove. Dava lavoro a tanta gente. Sembravano le mondine, tutte con il cappello di paglia. - Luigia Bossi, 2018 -

Altri punti d'interesse a Miazzina

Lavatoio Valeggia

Oratorio Nome di Maria

Fontana Ruséll